A NATALE NON FARE REGALI CON AMAZON

Lo so è Natale e cercare regali creativi, divertenti e soprattutto economici non è facile. Poco tempo, file nei negozi di oggettistica, poche idee. La tentazione quindi dell’acquisto online è forte e Amazon, magari siete anche utenti prime, potrebbe sembrare la soluzione ideale. Ma forse non è così.

Premessa: io con il digital marketing ci lavoro e credo che e-commerce e in generale il web possano offrire strumenti meravigliosi ma in poche righe vi spiegherò come regalo low cost non significhi necessariamente Amazon. Ecco perché:

christmas-shopping-business

  1. Natale è l’occasione di business più grande per la maggior parte dei negozi che danno lavoro a tante persone, pagano le tasse in Italia e riempiono le strade di luci e addobbi natalizi permettendoci non solo di fare shopping ma anche di vivere un’esperienza più ricca. 
  2. Amazon Italia dà lavoro a circa 900 persone (il calcolo è approssimativo, sommando i dipendenti della sede milanese, il centro di distribuzione di Castel San Giovanni, l’impianto di Piacenza e gli operatori del call center di Cagliari). Tanti posti di lavoro (ma probabilmente meno dei soli commessi della tua città). Ma le condizioni di lavoro nei centri di smistamento sono disumane. Diverse inchieste giornalistiche infatti hanno evidenziato turni massacranti e situazioni di stress elevato tanto che gli addetti non hanno il tempo di andare in bagno e lavorano con il fiatone. Si fa stretching e poi si corre per 8 ore con una pausa pranzo. Io stesso ho chiesto chiarimenti ad Amazon perché non mi fido molto di reportage e inchieste giornalistiche (anche se ben fatte come quelle di Report della Gabanelli o Linkiesta o autorevoli riviste come Repubblica o Internazionale). Non mi hanno risposto. Come devo interpretare questo silenzio? Di solito si vantano di essere trasparenti e veloci. Perché in questo caso non lo sono?
  3. Amazon solo dall’anno scorso ha una sua sede legale in Italia. Per anni ha evitato il fisco italiano grazie alla sua base in Lussemburgo. Quando abbiamo emergenze, terremoti etc. quanto possiamo contare sulle tasse pagate da Aziende italiane e quanto da certi colossi che in Italia non pagano tasse?

amazon-free-gift-alessio-contiQuindi quest’anno pensiamo a fare regali anche a noi stessi e alle persone che lavorano per produrre e distribuire quegli oggetti. E se il prezzo nei negozi fisici a volte è più elevato chiediamo un piccolo sconto o un pacchetto natalizio originale spiegando magari perché siamo lì ad acquistare e non facciamo regali di natale solo online. Comunque verifichiamo perché non sempre comprando online si risparmia, specie se consideriamo i costi sociali di certe politiche del lavoro e l’accettazione nell’uso schiavi 2.0 per spedirci la merce a casa. Basta Black Friday! Dopo l’olio di palma adesso è ora di Amazon. Per il Natale 2016 esigiamo regali Amazon free, più etici, solidali e di sostegno ad un mondo migliore.